Alluminio (lamina) | Wikitecnica.com

Alluminio (lamina)

Sommario: 1. Definizione-Etimologia2. Usi in edilizia3. Lavorazioni ulteriori

1. Definizione-Etimologia

I laminati sottili in lega di alluminio vengono definiti lamine e nastri allorché ottenuti tramite rilaminazione per spessori compresi tra 6 mm e 0,2 mm. Dopo una prima laminazione o sbozzatura a caldo, vengono successivamente laminati a freddo fino a raggiungere lo spessore desiderato. Il processo di laminazione e di rilaminazione a freddo varia in funzione del tipo di lega su cui si opera e comporta un numero variabile di successivi passaggi di laminazione.

2. Usi in edilizia

In edilizia le lamiere sottili (lamine) vengono utilizzate sia come elementi piani, sia come semilavorati destinati a successive lavorazioni, quali la piegatura, la formatura alla pressa, lo stiramento e l’imbutitura. I procedimenti di formatura sono in funzione dello spessore della lamiera e del tipo di lega in cui è stata prodotta, in quanto essa ne condiziona le caratteristiche fisiche e meccaniche. In edilizia le lamiere sottili sono utilizzate anche come elementi costituiti di diversi sistemi tecnologici, in particolare come elementi di finitura esterna e interna sotto forma di molteplici prodotti, quali: pannelli di rivestimento esterno o interno di pareti verticali; elementi di controsoffittatura; elementi per la realizzazione di pannellature di infissi interni ed esterni.

3. Lavorazioni ulteriori

Per migliorarne le caratteristiche fisiche e meccaniche, le lamiere sottili possono essere assemblate in forma di stratificati, per stratificazione semplice o composita, interponendo tra due o più lamine di alluminio uno strato di materiale plastico (generalmente polietilene). Questo procedimento premette di migliorare, a parità di prestazioni meccaniche, la planarità e la stabilità geometrica del laminato piano. Le lamiere sottili (lamina) sono utilizzate anche, in accoppiamento con elementi a nido d’ape sempre in alluminino o in materiale plastico, per realizzare pannelli compositi di spessori maggiori, e tamponature leggere con ottime proprietà meccaniche (spessori 3-30 mm; peso 4,8-8 Kg/m2).

Copyright © - Riproduzione riservata
Alluminio (lamina)

Wikitecnica.com