Alluminio (tecniche costruttive) | Wikitecnica.com

Alluminio (tecniche costruttive)

Tecniche di collegamento

Gli elementi in lega di alluminio possono essere collegati per saldatura, per incollaggio e per assemblaggio meccanico (bullonatura, chiodatura, rivettatura).

Saldatura

La presenza dello strato di ossido naturale ha comportato, fino a pochi decenni fa, che le leghe di alluminio fossero considerate materiali difficilmente saldabili. Allorché si è riusciti a controllare la formazione dell’ossido, tutte le leghe sono divenute saldabili a resistenza e la maggior parte di esse è perfettamente saldabile ad arco sotto gas inerte. Vanno ricordate, inoltre, la saldatura a fascio di elettroni, la saldatura a frizione, la saldatura con il laser (le leghe più impiegate sono quelle alluminio-magnesio).

Incollaggio

Oggi è possibile unire con adesivi sia alluminio con alluminio che alluminio con altri materiali, anche non metallici. Gli adesivi vengono classificati in base al processo di indurimento: a) adesivi che induriscono per evaporazione del solvente; b) adesivi termoplastici; c) adesivi che induriscono per reazione chimica a base di resine epossidiche, fenoliche e poliestere (idonei per impieghi strutturali, in quanto presentano alte caratteristiche resistenziali).

Giunzioni meccaniche

Possono essere ottenute con ribattini, rivetti, bulloni, viti; nonché per aggraffatura, per cianfrinatura, per deformazione plastica, con collegamenti elastici e a scatto. La diffusione delle giunzioni meccaniche è dovuta alla semplicità di esecuzione e alla possibilità di unire leghe da trattamento termico o incrudite senza generare nella zona di giunzione alterazioni strutturali (come avviene con la saldatura). Inoltre le giunzioni meccaniche permettono l’unione di leghe eterogenee. Le leghe di alluminio si prestano bene alle lavorazioni all’utensile (tornitura, limatura, foratura, filettatura, alesatura, levigatura, taglio). La naturale tendenza all’ossidazione dell’alluminio determina la possibilità di poter eseguire numerosi trattamenti superficiali (smerigliatura, lucidatura, satinatura, sabbiatura, verniciatura).

Copyright © - Riproduzione riservata
Alluminio (tecniche costruttive)

Wikitecnica.com