Angolo | Wikitecnica.com

Angolo

Definizione

Dal latino angulus, porzione di piano compresa tra due rette complanari (comunemente, tra due semirette) e anche porzione di spazio compresa tra due piani (comunemente tra due semipiani), nel qual caso si chiama anche angolo diedro ed è misurato nel piano ortogonale a entrambi.

Generalità

Angolo retto è quello compreso tra due rette ortogonali, angolo piatto e angolo giro si dicono rispettivamente il doppio e il quadruplo dell’angolo retto.
Le due semirette che formano l’angolo si dicono lati; il loro punto di incidenza è detto vertice.
L’angolo si misura comunemente in gradi sessagesimali, sistema di numerazione in cui l’angolo giro si divide in trecentosessanta gradi (sei volte sessanta). In topografia è in uso la divisione centesimale (angolo giro diviso in quattrocento parti).
In trigonometria (parte della matematica che studia gli angoli) esso si misura anche in radianti: un radiante è l’ampiezza di un angolo che intercetta sulla circonferenza un arco di lunghezza pari al raggio. Un angolo piatto vale 3,14… radianti, si dice anche che la sua ampiezza è Π. Un angolo retto misura Π/2. È proprio il rapporto tra la lunghezza rettificata dell’arco di circonferenza di 180° e la lunghezza del raggio che determina il valore del numero irrazionale Π.
Convessi o concavi si dicono gli angoli rispettivamente minori o maggiori dell’angolo piatto; acuti o ottusi si dicono gli angoli rispettivamente minori o maggiori dell’angolo retto.
Angolo solido è l’estensione del concetto di angolo alla geometria solida e misura l’ampiezza della porzione di spazio compresa all’interno di un cono. La sua unità di misura è lo steradiante, rapporto tra l’area della superficie sferica intercettata dal cono e il raggio della sfera.
Secondo altre convenzioni, soprattutto in astronomia e topografia, è misurato da due grandezze riferibili all’angolo orizzontale, o azimutale, e all’angolo verticale, o zenitale, che ne descrivono l’ampiezza.
Il campo visivo è generalmente definito da un angolo solido con vertice nell’occhio. Quello determinato da un cono circolare retto di semiampiezza 45° intercetta sul piano di quadro il cerchio di distanza della prospettiva, all’interno del quale l’immagine non presenta deformazioni rilevanti.
Nel linguaggio comune ha anche il significato di spigolo, canto (cantuccio, cantone), estremità o parte marginale di qualcosa.
In architettura, l’angolo assume tutti i possibili significati geometrici, fisici e metaforici di comune accezione. È soprattutto usato, nel senso di angolo diedro, in riferimento all’angolo interno o esterno di due superfici murarie contigue.

Copyright © - Riproduzione riservata
Angolo

Wikitecnica.com