Antefissa | Wikitecnica.com

Antefissa

Chiusura terminale dei coppi nei tetti di età antica. Il termine, dal latino antefixum, è composto dalla preposizione ante, avanti, e dal verbo figo, affiggere. L’impiego, diffuso in Grecia, è meno frequente in Magna Grecia poiché incompatibile, almeno sino al IV secolo a.C., con la sima orizzontale di età arcaica. Le antefisse sono semicircolari nel tetto laconico, pentagonali nel tetto corinzio. Nel sistema corinzio si codifica un tipo a doppia voluta coronata da palmetta, che verrà trasposto in età classica dalla terracotta al marmo. La decorazione, dipinta o a bassorilievo, comprende motivi geometrici, vegetali, gorgóneia, teste umane o animali. In area etrusco-italica è attestato un tipo con figure intere a rilievo senza fondo. Nei tetti romani le antefisse sono in genere pentagonali a palmetta.

Bibliografia

Van Buren E.D., Archaic Fictile Revetments in Sicily and Magna Graecia, London, 1923; Winter N.A., Greek architectural terracottas. From the Prehistoric to the End of the Archaic Period, Oxford, 1993.

Copyright © - Riproduzione riservata
Antefissa

Wikitecnica.com