Arcareccio (tecnologia) | Wikitecnica.com

Arcareccio (tecnologia)

Per evitare flessioni deviate le sezioni ideali per gli arcarecci sono quelli circolari o quadrate; altre volte sono presenti elementi di irrigidimento di falda (assiti o tiranti incrociati) che assorbono la componente del peso parallela alla falda. Gli arcarecci delle coperture lignee, a causa dell’umidità dei sottotetti e dei fenomeni di fluage, sono sovente soggetti a eccessive inflessioni. La funzione tecnologica dell’arcareccio è di “elemento di collegamento” e supporto (UNI 8089:1980, 3.2.1.). A partire dalla rivoluzione industriale, gli arcarecci vengono realizzati anche in metallo, mentre l’innovazione tecnologica recente propone arcarecci in legno lamellare. Si riducono così la sezione di taglio e si ottimizzano le prestazioni statiche e di durabilità.

Bibliografia

Barbisan U., Laner F., Capriate e tetti in legno, Milano, 2001; Giordano G., Ceccotti A., Uzielli L., La tecnica delle costruzioni in legno, Milano, 1999; UNI 8089:1980, 31/05/1980, Edilizia. Coperture e relativi elementi funzionali. Terminologia funzionale.

Copyright © - Riproduzione riservata
Arcareccio (tecnologia)

Wikitecnica.com