Arcareccio (costruzioni) | Wikitecnica.com

Arcareccio (costruzioni)

Sezione prospettica di copertura a falde inclinate con arcarecci
Sezione prospettica di copertura a falde inclinate con arcarecci

Definizione

Trave originariamente in legno, che fa parte dell’orditura principale dei tetti a falde, talvolta detti alla lombarda.

Generalità

L’arcareccio ha posizione orizzontale e parallela alle murature di bordo e alla trave di colmo (arcareccio di colmo); è detto anche terzera o corrente.
Di norma gli arcarecci si appoggiano sui timpani dei muri trasversali o sui puntoni delle capriate, secondo l’organizzazione strutturale del tetto; più rari e instabili sono gli appoggi su pilastri in muratura. Gli arcarecci sostengono i travetti e sono posti sulle falde a interasse costante (circa 1,5÷2 m, nel caso di coperture di legno), su luci di circa 3÷5 m. Gli arcarecci sono di regola chiodati ai puntoni delle capriate e sostenuti lateralmente da zeppe.
Lo schema statico degli arcarecci è quello di travi appoggiate su due o tre appoggi. Se sono di sezione rettangolare, gli arcarecci vengono normalmente posizionati con gli assi principali d’inerzia inclinati secondo la pendenza del tetto, per cui sono sottoposti a flessione deviata.

Copyright © - Riproduzione riservata
Arcareccio (costruzioni)

Wikitecnica.com