Archipendolo (archipenzolo) | Wikitecnica.com

Archipendolo (archipenzolo)

È il più antico strumento di livellazione (livellamento), atto a individuare o verificare l’orizzontalità di una retta; usato nel rilievo architettonico fino al XVIII secolo, è oggi sostituito dalle livelle (livella).
È costituito da una struttura in legno a triangolo isoscele e da un filo a piombo, appeso al vertice individuato dalle due aste uguali e sovente ad angolo retto. Si appoggia lo strumento sul piano in modo che il filo a piombo lavori per forza di gravità (triangolo verticale) e, quando il filo passa per l’indice fissato a metà dell’asta trasversale, questa definisce una retta orizzontale parallela a quella d’appoggio. Per segnare la posizione esatta dell’indice, si colloca l’archipendolo su un piano qualsiasi e si individua l’intersezione tra il filo e l’asta traversale; quindi si riappoggia lo strumento nella stessa posizione, ruotato di 180° nel piano verticale: il punto medio del segmento tra i due segni successivi è l’indice cercato.

Copyright © - Riproduzione riservata
Archipendolo (archipenzolo)

Wikitecnica.com