Arengo | Wikitecnica.com

Arengo

Termine derivato dal latino medievale (arengus, aringus, arenga), che può indicare sia l’assemblea dei cittadini prevista dalle istituzioni comunali (anche definita come concio, parlamentus), sia lo spazio urbano in cui l’assemblea stessa si raduna (ad esempio piazza de arengo). L’etimo dell’espressione e delle sue numerose varianti locali pare riconoscibile nel germanico hring (ossia cerchio), da cui hairings (assemblea, cerchio di uditori) e, in italiano, arringare (parlare davanti a un cerchio di persone).
Per estensione, alcune flessioni del termine (aringo, arringo, arengheria) passano a indicare, nel basso Medioevo e in età moderna, il luogo da cui le magistrature civiche “arringano” la folla o comunicano le delibere delle assemblee ristrette, affacciandosi dal palazzo comunale. A partire da tale uso è invalsa, nella letteratura e nella storiografia erudita tra Ottocento e Novecento, la denominazione di alcuni palazzi comunali dell’Italia settentrionale con i termini di arengo e di arengario, nonché la rinnovata fortuna di tali espressioni nell’architettura pubblica del regime fascista (sia per edifici restaurati con gusto neomedievistico, sia per nuove realizzazioni).

Copyright © - Riproduzione riservata
Arengo

Wikitecnica.com