Asfalto | Wikitecnica.com

Asfalto

Materiale costituito da sostanze minerali.
L’asfalto naturale è una roccia sedimentaria a grana fine. L’asfalto artificiale è il residuo della distillazione frazionata sottovuoto del petrolio. L’impermeabilità all’acqua, l’elasticità a freddo e la fluidità a basse temperature ne permettono un largo impiego in edilizia con i seguenti prodotti: polvere d’asfalto, ottenuta dalla macinazione di rocce asfaltiche, usata per applicazioni superficiali, per rinnovo di pavimentazioni esistenti (asfaltature) o per la formazione di nuove pavimentazioni; mastice d’asfalto, ottenuto dalla miscelazione a caldo di polveri d’asfalto con aggiunta di bitume puro; malta asfaltica, ottenuta dalla miscelazione a caldo di mastice di asfalto e di inerti di natura calcarea con aggiunta di bitume. La posa in opera è realizzata: a freddo, da applicare a spruzzo, a pennello o a spazzola su superfici di qualsiasi pendenza e posizione; a caldo, da applicare tramite spalmatura con spatole di legno su superfici con pendenza ≤ 5%.

Copyright © - Riproduzione riservata
Asfalto

Wikitecnica.com