Asse ottico | Wikitecnica.com

Asse ottico

In un sistema ottico (ottica) formato da lenti o specchi sferici (e parabolici), vale a dire dotati di simmetria di rotazione, è l’asse di simmetria, coincidente con la traiettoria dell’unico raggio di luce che non subisce deviazioni o spostamenti. La definizione vale per lenti singole, per cannocchiali formati da sistemi di lenti o da lenti e specchi, per apparecchi fotografici e cinematografici, per apparecchi da proiezione; essa vale anche per apparecchi da illuminazione, quando il fascio luminoso presenta simmetria di rotazione. L’asse ottico passa per i centri di curvatura di tutti gli elementi di cui è composto il sistema ottico.
L’asse ottico di una lente ha la proprietà di passare per i fuochi, per il centro della lente, per i suoi vertici e di essere ortogonale al piano focale. “Fuochi della lente” sono i due punti in cui convergono i raggi luminosi paralleli all’asse ottico e “distanza focale” è la distanza di un fuoco dal centro della lente.
Per estensione, si dice asse ottico anche un allineamento ben evidente di elementi, soprattutto in architettura, che presentano marcate simmetrie, apprezzabili secondo una direzione privilegiata; è la retta di collimazione visiva che intercetta forme percettivamente significative.

Copyright © - Riproduzione riservata
Asse ottico

Wikitecnica.com