Bene culturale | Wikitecnica.com

Bene culturale

1. Definizione

Già introdotta nella Convenzione dell’Aja (1954), la locuzione “bene culturale” è definita ufficialmente in Italia nel documento elaborato dalla Commissione di indagine per la tutela e la valorizzazione delle cose di interesse storico, archeologico, artistico e del paesaggio (Commissione Franceschini, 1964-1966) laddove si enuncia che: “Sono assoggettati alla legge i Beni di interesse archeologico, storico, artistico, ambientale e paesistico, archivistico e librario, ed ogni altro bene che costituisca testimonianza materiale avente valore di civiltà” (Dichiar. I). Con il superamento di una nozione estetizzante, si registra l’estensione qualitativa e quantitativa dell’oggetto da salvaguardare, non più elemento isolato ma testimonianza tangibile di una civiltà trascorsa.

2. Generalità

L’allargamento concettuale derivante dalle elaborazioni degli anni Sessanta del Novecento non ha trovato riflessi nella legislazione italiana fino al 1975, anno di istituzione del Ministero per i beni culturali e ambientali (ora, dei beni e delle attività culturali e del turismo). La connotazione di bene culturale assume valore giuridico nel Testo Unico delle disposizioni legislative in materia di beni culturali e ambientali (D.Lgs. 490/1999) e nel successivo Codice dei beni culturali e del paesaggio (D.Lgs. 42/2004) laddove i Beni culturali vengono distinti dai Beni paesaggistici e tutelati rispetto alla loro appartenenza pubblica o privata (ivi, Parte II). Come la dottrina giuridica dimostra, la diffusione di una storiografia propria della cosiddetta “cultura materiale” ha favorito il passaggio da una dimensione evenemenziale del bene culturale ad una inclusiva, in senso temporale e spaziale, di nuove categorie di “beni”. Con l’ampliamento del concetto di storicità, le testimonianze architettoniche e urbanistiche di un recente passato possono assumere valore di bene culturale; con anche quei prodotti del fare umano, ivi compresa l’architettura, connotati da un carattere diffuso e risultanti da un’ideazione “spontanea” (per es., l’architettura rurale). Il superamento di una concezione puntuale del bene culturale si riflette, inoltre, sull’identificazione di talune categorie di “beni”, testimonianze di un assetto storico del territorio, dai percorsi viari ai segni di suddivisione dello spazio agricolo fino alle colture tradizionali.

Più aggiornate concezioni sociologiche e antropologiche hanno condotto, inoltre, all’introduzione di una nozione di bene culturale quale “attività” oltre che “cosa” per giungere a considerare, tra i beni culturali, anche le testimonianze intangibili dell’agire umano connesse ad espressioni di tipo demoetnoantropologico (Convenzione UNESCO di Parigi, 2003).

La connotazione economica propria del sostantivo “bene” ha trovato favorevoli molti esponenti della cultura del restauro ma non è stata esente da critiche, tese a mettere in guardia dai rischi insiti nel sostantivo medesimo. Entro tale posizione, il bene culturale è ritenuto meritevole di conservazione e trasmissione al futuro esclusivamente in quanto testimonianza di storia e di identità collettive e, pertanto, di valori extraeconomici, piuttosto che per istanze connesse ad una sua redditività. In considerazione della storicità dei concetti di cultura e di civiltà, la nozione di bene culturale è nozione aperta, non assiomatica, dal carattere processuale e non omologabile; in essa si riflette un pluralismo di culture che conduce inevitabilmente ad una relatività dei criteri di selezione di quanto costituisca bene culturale e sia, pertanto, meritevole di tutela. 

Bibliografia

AA.VV., Per la salvezza dei beni culturali in Italia. Atti e documenti della Commissione d’indagine per la tutela e la valorizzazione del patrimonio storico, archeologico, artistico e del paesaggio, 3 voll., Roma, 1967; Alibrandi T., Ferri P., I beni culturali e ambientali, Milano, 1978 (2001, IV ed.); Cecchi R., I beni culturali. Testimonianza materiale di civiltà, Milano 2006; Settis S., Battaglie senza eroi. I beni culturali tra istituzioni e profitto, Milano, 2005; Spadolini G., Beni culturali. Diario, interventi, leggi, Firenze, 1976.

Copyright © - Riproduzione riservata
Bene culturale

Wikitecnica.com