Bioarchitettura | Wikitecnica.com

Bioarchitettura

Pianta Scan Colour 31 Dic Con Legenda | Bioarchitettura | Tecnologia

1. Definizione-Etimologia

Lo statuto dell’Istituto Nazionale di Bioarchitettura definisce la bioarchitettura come “l’insieme delle discipline che attuano e presuppongono un atteggiamento ecologicamente corretto nei confronti dell’ecosistema antropico-ambientale. In una visione caratterizzata dalla più ampia interdisciplinarità e da un utilizzo razionale e sostenibile delle risorse, la bioarchitettura tende alla conciliazione ed integrazione delle attività e dei comportamenti umani con le preesistenze ambientali ed i fenomeni naturali, al fine di realizzare un miglioramento della qualità della vita attuale e futura”.

Molto simile la definizione che, a livello europeo, ne dà il Rapporto Bruntland, che traspone in architettura i principi propri della sostenibilità, affermando che la bioarchitettura “ha l’obiettivo di instaurare un rapporto equilibrato tra l’ambiente ed il costruito, soddisfacendo i bisogni delle attuali generazioni senza compromettere, con il consumo indiscriminato delle risorse, quello delle generazioni future”.

2. Principi

I numerosi principi teorici su cui si fonda la bioarchitettura possono essere sinteticamente identificati con:

  • l’ottimizzazione del rapporto tra l’edificio e il contesto nel quale viene inserito, rispettando il genius loci, ossia le caratteristiche fisiche, climatiche, culturali e sociali;
  • l’attenzione nei confronti della qualità della vita;
  • la salvaguardia del sistema-ambiente, inteso sia in termini locali che globali;
  • l’impiego razionale delle risorse naturali e rinnovabili (acqua, vegetazione, clima);
  • la minimizzazione delle emissioni tossiche (rifiuti solidi, liquidi e gassosi) rilasciate dall’edificio nell’ambiente durante l’intero ciclo di vita;
  • la flessibilità e l’adattabilità dell’edificio così da allungare il più possibile la sua vita utile;
  • l’utilizzo di materiali ecosostenibili e biocompatibili.

Bibliografia

Francese D., Architettura e Vivibilità, Milano, 2007; Sasso U., Bioarchitettura. Forma e formazione, Firenze, 2003.

Copyright © - Riproduzione riservata
Bioarchitettura

Wikitecnica.com