Blocco di laterizio | Wikitecnica.com

Blocco di laterizio

Utilizzato per murature portanti e pareti di tamponamento, ha un volume complessivo apparente superiore a 5.500 cm3 ed è particolarmente adatto per la realizzazione di soluzioni monostrato. 
L’impiego del blocco in laterizio risponde all’esigenza di ridurre i tempi e semplificare le operazioni in cantiere, oltre ad offrire dei vantaggi ai fini prestazionali (in relazione, soprattutto, all’isolamento termico ed acustico). Rappresenta l’evoluzione del mattone e le sue molteplici configurazioni, che rispondono anche a requisiti di maneggiabilità per la presenza dei fori di presa, hanno generato una vasta gamma di prodotti: esistono blocchi in laterizio alleggerito (con perlite espansa, segatura, polistirene espanso o altro) e non, a fori verticali o orizzontali, a sezione chiusa (rettangolare o quadrata) o aperta (configurazioni a T, L, H ecc.), a facce piane o sagomate (scanalature semplici o da incastro), correnti o speciali (per la realizzazione di angoli, architravi, mazzette ecc.).

Copyright © - Riproduzione riservata
Blocco di laterizio

Wikitecnica.com