Bordo (progettazione) | Wikitecnica.com

Bordo (progettazione)

Francese antico bort, dal francone bord, “tavola”, “asse”. Margine, estremità, limite di una superficie. Di estrema versatilità si presta a varie interpretazioni che investono diverse discipline (dalla matematica alla fisica, dalla geografia all’ecologia, alla nautica). In linea generale, segna il confine di una superficie, cioè quella linea o quel piano posti ad indicare (a “misurare”) il limite di qualcosa. La qualità di un “limite”, sia esso una cinta urbana, un confine domestico, un recinto, sta nella sua capacità di mediazione tra sistemi, uno necessariamente “interno” ed uno invariabilmente “esterno”: il sistema urbano e la sua struttura territoriale, la dimensione pubblica e quella privata, i diritti comuni e quelli individuali.

Sistemi profondamente interconnessi l’uno con l’altro e nella cui comune appartenenza ad un organismo di più ampia scala (fisica, economica, politica, culturale) sta la possibilità e la ragione stessa della loro esistenza.

Copyright © - Riproduzione riservata
Bordo (progettazione)

Wikitecnica.com