Cammino di ronda | Wikitecnica.com

Cammino di ronda

Definizione

Come indica lo stesso termine, si trattava di un passaggio che consentiva ai difensori di effettuare un costante controllo del circuito difensivo mediante passaggi regolari di pattuglie, appunto le ronde.

Generalità

Sino a quando le murature hanno avuto uno spessore ridotto, il cammino di ronda restava all’interno del ramparo, dietro i merli, realizzato in spessore di muro o costituito da un coronamento in muratura, e aveva uno spessore tale da consentire a due militi di procedere insieme.
Successivamente, con gli apparati a sporgere, era sostenuto da mensolatura in aggetto, dietro il parapetto, e consentiva la difesa piombante lungo il perimetro della fortificazione. Esteso talvolta anche a una intera cinta muraria, si trattava di spazi accessibili esclusivamente alla guarnigione. Dal XIV secolo furono muniti di feritoie; successivamente all’impiego delle artiglierie da fuoco i cammini di ronda furono realizzati sopra i parapetti con vani destinati alle bocche da fuoco.

Bibliografia

Viollet Le DucE-E., chemin de ronde, ad vocem in Dictionnaire raisonné de l’architecture francaise du XI eau XVIe siècle, Tome 3.

Copyright © - Riproduzione riservata
Cammino di ronda

Wikitecnica.com