Campionamento | Wikitecnica.com

Campionamento

Definizione

Il termine campione indica una porzione prelevata da un insieme più ampio di materiale, in genere con la finalità di caratterizzare l’insieme di provenienza. Può essere detto anche prelievo. La procedura di prelievo, analisi e catalogazione dei campioni è detta campionamento.

Generalità

In architettura si operano campionamenti per l’identificazione dei materiali da costruzione e, in particolare, per quelli con funzione strutturale, ai quali è legata la sicurezza degli edifici. Le modalità di campionamento di tali materiali è in genere specificata nelle norme tecniche.
Il campionamento assume particolare rilevanza in geotecnica, in quanto è la procedura più ricorrente per caratterizzare il terreno. In particolare, si definisce campionamento ideale una procedura che altera, nel corso delle operazioni di prelievo, solo lo stato tensionale del terreno. Tale procedura sussiste solo in astratto e, conseguentemente, la qualità di un campione va riguardata non come una caratteristica in assoluto, bensì con riferimento al complesso di informazioni che da esso e dall’intero campionamento si possono ricavare.
In tale ottica, con il termine di campione indisturbato si intende un campione che conservi la struttura, il contenuto d’acqua e la composizione chimica del terreno in sito, e che risulti perciò rappresentativo ai fini della determinazione dei parametri di resistenza al taglio, deformabilità e permeabilità. Il termine campione rappresentativo indica un campione rappresentativo solo di una o più delle citate caratteristiche, e il termine campione rimaneggiato indica un campione che consente soltanto il riconoscimento dei materiali.

Copyright © - Riproduzione riservata
Campionamento

Wikitecnica.com