Campitura | Wikitecnica.com

Campitura

Stesura di colore o di altro trattamento grafico in una parte di superficie delimitata. Generalmente è riferita ad una stesura omogenea, ma anche variabile con gradualità e può consistere nella distribuzione di una tinta o di forme di tratteggio, chiaroscuro o puntinatura o di altra simbologia grafica in grado di riempire per intero il perimetro stabilito.
Trattamento grafico di porzioni di un dipinto, di un disegno o di altra forma di rappresentazione allo scopo di contrassegnarla in modo riconoscibile, ad esempio a fini di restauro (in progetto o in esecuzione), o per segnalare aree sulle quali si debbano eseguire opere particolari, o, nelle rappresentazioni tematiche, per attribuire un codice distintivo a qualità o caratteristiche particolari (materiali, epoche, stati di conservazione, condizioni d’illuminazione, destinazioni d’uso, regimi vincolistici, intendimenti di piano ed altro).
In pittura è il fondo omogeneo su cui si stagliano le figure di primo piano.
Quando non costituisce essa stessa oggetto dell’opera, in genere la campitura è un trattamento grafico convenzionale (spesso codificato), applicato su disegni, dipinti o figure, al quale si associano apposite indicazioni, sotto forma di legenda, che ne spiegano il significato.

Copyright © - Riproduzione riservata
Campitura

Wikitecnica.com