Canonica | Wikitecnica.com

Canonica

Dal latino canonicum, derivato dal greco κανονικος, conforme alla regola. La casa canonica, o più semplicemente la canonica, era originariamente l’edificio residenziale, annesso alla chiesa, e destinato all’abitazione del clero canonico, talvolta sede del capitolo. Oggi per canonica si intende più in generale la casa di abitazione del parroco. Questo tipo di abitazione si diffonde a partire dal secolo XI d.C. con le regole imposte dalla riforma gregoriana per le abitazioni del clero canonico (non monastico) che prima utilizzava le stesse abitazioni dei laici. E’ composta generalmente da diversi piani e costituita da uno o più edifici, a volte a schiera, anche rifusi. La canonicasi distingue dalle altre abitazioni per la vicinanza al polo urbano della chiesa che ne determina alcuni caratteri come le decorazioni e gli elementi architettonici.

Esempi

Donato Bramante, Canonica di Sant’Ambrogio, Milano (1492-1500); Rudolf Schwarz, Canonica della Chiesa di St. Michael, Francoforte (1955-56).

Copyright © - Riproduzione riservata
Canonica

Wikitecnica.com