Carovaniera, architettura | Wikitecnica.com

Carovaniera, architettura

La creazione di una rete di rotte commerciali fatta di strade sicure con stazioni di sosta protette fu stabilita, secondo Erodoto, sotto gli Achemenidi da Ciro il Grande: “l’idea è un’invenzione persiana, così strutturata: ‘… ad intervalli distribuiti lungo le strade vi sono stazioni con eccellenti locande, la strada è del tutto sicura e non abbandona mai regioni abitate'”. Le locande erano probabilmente costruite in mattoni di terra cruda, materiale altamente deperibile e di cui non resta traccia dopo secoli di abbandono e incuria.
A partire dal I secolo d.C., Roma istituì lungo il suo limes arabicus una linea di castelli costruiti in pietra a difesa del confine siriano. Questi edifici hanno costituito il modello per il caravanserraglio islamico, una struttura seriale di cellule disposte attorno a una corte protetta da un solido muro difensivo aperto in un solo ampio portale di ingresso. Altro prototipo può essere visto nei castelli della Sogdiana centroasiatica, caratterizzati da un impianto quadrangolare definito da un recinto murario fortificato con torri angolari e un solo portale di ingresso centrale con torre di guardia, che racchiude un ampio spazio interno aperto destinato al pascolo degli animali.
Analoghe strutture si trovano in Estremo Oriente; sono i monasteri di pietra buddhisti cinesi o indiani, che svolgevano attività di servizio lungo le vie dei commerci e del pellegrinaggio. Lo stesso minareto sembra aver avuto in taluni contesti funzione di faro per i viaggiatori lungo le rotte del commercio e del pellegrinaggio. Un gran numero di minareti isolati dell’XI-XII secolo si trova lungo la via del Khorasan del centro Asia e lungo le rotte occidentali del deserto centrale persiano tra Kerman e Isfahan. Spesso queste strutture ospitano in sommità lo spazio per il fuoco, alimentato da sostanze bituminose.

Bibliografia

Michell G. (a cura di), Architecture of the Islamic World. Its History and Social Meaning, London, 1978.

Copyright © - Riproduzione riservata
Carovaniera, architettura

Wikitecnica.com