Cartone catramato | Wikitecnica.com

Cartone catramato

Prodotto impiegato in edilizia per l’impermeabilizzazione, costituito da un supporto (feltro di lana, cotone o juta), da una sostanza impermeabilizzante liquida impregnante (catrame) e da un eventuale materiale di rivestimento, che ne aumenta la resistenza. È prodotto in rotoli e lo spessore varia in funzione del supporto impiegato. Ha una bassa resistenza all’azione di calpestio, per questo richiede una struttura di protezione.
Si producono due tipi di cartone catramato: cilindrato, ottenuto da carta-lana impregnata di catrame fino a saturazione; con trattamento superficiale, ottenuto con uno strato di legante e granulati minerali.

La corretta posa in opera del cartone catramato prevede:

  1. l’applicazione di un primo strato, adoperando come collante un’emulsione bituminosa a freddo;

  2. l’applicazione di altri due strati, previa spalmatura di collante, con sfalsamento dei giunti;

  3. l’applicazione di un ultimo strato con materiale di protezione, se la superficie risulta calpestabile.

Copyright © - Riproduzione riservata
Cartone catramato

Wikitecnica.com