Casa a corte | Wikitecnica.com

Casa a corte

Definizione – Etimologia

Il termine deriva dall’accezione latina in chorte (es. Varrone, in De vita populi romani) e si può far risalire alla radice indoeuropea gherdh comprendere, recingere, che identifica lo spazio libero recintato, elemento caratterizzante questo tipo di abitazione.

La casa a corte è costituita da un’area recintata rettangolare, di dimensione variabile (in genere 12/18×20/30m) con un lato corto sul percorso d’accesso, al cui interno viene edificato un corpo semplice di 5/6 m di profondità con portico distributore antistante. Casa diffusa fin dall’epoca protostorica, nella conformazione esistente, la casa a corte è la versione medievale della domus ed è per questo maggiormente diffusa nei territori romanizzati. L’architettura moderna ne ha dato diverse versioni, a partire dagli esperimenti del Razionalismo tedesco.

Bibliografia

Caniggia G., Analisi tipologica: la corte matrice dell’insediamento, in Ragionamenti di tipologia, Firenze, 1997.

Copyright © - Riproduzione riservata
Casa a corte

Wikitecnica.com