Centro antico | Wikitecnica.com

Centro antico

Definizione – Etimologia

Nucleo ristretto del centro storico di una città, più o meno coincidente con l’insediamento originario comprensivo delle espansioni urbane medievali e moderne, anche se variamente stratificato e modificato nel corso dei secoli.

Il dibattito dottrinale

La formulazione teorica relativa alla distinzione fra centro antico e centro storico è stata elaborata negli anni Sessanta del Novecento da Roberto Pane il quale – partendo da una ricerca sulla struttura urbanistica di Napoli – scriveva: “il centro antico corrisponde all’ambito della stratificazione archeologica, il centro storico è la città stessa nel suo insieme, ivi compresi i suoi agglomerati moderni. In altre parole, ciò che è antico è storico, ma non tutto ciò che è storico è antico”. Tale distinzione mirava verosimilmente all’istituzione di vincoli di tutela più restrittivi per il centro antico rispetto alle altre zone della città storica, al fine di garantire l’integrale conservazione dei tracciati viari originari, intesi essi stessi come documenti storici preziosissimi.
Tuttavia, la difficoltà di una sua più precisa individuazione, la dubbia estensione del suo campo di applicazione e l’incertezza del quadro critico generale di riferimento hanno reso scarsamente utilizzabili nella pratica urbanistica le istanze sostenute dallo studioso napoletano. Cosicché, seppure inizialmente recepita dal Consiglio Superiore dei LL.PP. in occasione dell’elaborazione del PRG di Roma del 1962-65, l’indicazione non fu più accolta nella stesura di successivi provvedimenti urbanistici, tanto che oggi al termine centro antico si preferisce in generale quello di “nucleo antico”.

Bibliografia

Beguinot C., De Meo P., Il centro antico di Napoli: documenti e proposte, Napoli, s.d.; Pane R., Centro storico e centro antico, in “Napoli nobilissima”, VII, 1968, V-VI, pp. 153-157.

Copyright © - Riproduzione riservata
Centro antico

Wikitecnica.com