Centro | Wikitecnica.com

Centro

Definizione

È il luogo rispetto al quale le parti di un insieme sono disposte in modo simmetrico.

Generalità

Concetto intuitivamente inequivocabile, assume in geometria definizioni più circostanziate. Generalmente ci si riferisce a una simmetria polare, sia nel piano che nello spazio, e a enti geometrici piani o solidi, così che il centro può essere rappresentato esattamente da un punto. Altrimenti è definito centro un luogo, più o meno vasto, rispetto al quale le regioni circostanti sono disposte in modo ponderalmente uniforme o comunque bilanciato. Per la circonferenza e per la superficie sferica il centro è il punto equidistante da tutti i punti dei due rispettivi enti geometrici.
Per le figure piane e solide aventi doppia simmetria speculare, ivi comprese le curve e le superfici definibili analiticamente, il centro è l’intersezione rispettivamente degli assi e dei piani di simmetria.
Per figure o corpi geometrici diversi si definisce comunque centro o baricentro il punto rispetto al quale le aree o i volumi stanno in equilibrio in riferimento a qualsiasi asse o piano di spartizione.
Per i triangoli si definisce ortocentro il punto d’intersezione delle perpendicolari condotte dai vertici ai lati opposti. Incentro è il centro delle bisettrici dei tre angoli al vertice. Il baricentro dei triangoli è il punto d’intersezione delle rette congiungenti i vertici con la metà dei lati opposti. Per regioni piane o spaziali disomogenee e non riconducibili a forme semplici si intende per centro il luogo nel quale si riconosce una convergenza di gravitazioni fisiche, relazionali, funzionali quantitative o qualitative in genere; in tal caso può non identificarsi come un luogo unico, ma come l’insieme ponderale dei luoghi riferibili ai diversi parametri di valutazione.

Per centro urbano può infatti intendersi l’area di maggior interesse storico o amministrativo, o direzionale, o commerciale, o monumentale; o l’insieme di queste, nel qual caso si parla di centro tout court.
Per estensione è detto centro qualsiasi luogo capace di raccogliere la convergenza d’interessi di una regione gravitante su di esso per una o più funzioni: centro ospedaliero, scolastico, civico, culturale. Anche semplicemente il luogo in cui si svolge una funzione specifica: centro di calcolo, centro sportivo, centro ricreativo.

Nella rappresentazione architettonica, e segnatamente nella prospettiva, si dice centro di proiezione il punto di vista dal quale si dipartono i raggi visivi che, intersecando il piano della rappresentazione (quadro), proiettano l’immagine bidimensionale della realtà rappresentata. Si dice anche centro della prospettiva l’intersezione con il piano di quadro del raggio visivo principale, uscente dal punto di vista e ortogonale al quadro stesso.
Nella geometria proiettiva è detto sempre centro di proiezione qualsiasi vertice di un fascio di rette sulle quali vengano compiute operazioni di intersezione con altre rette o piani.

In ottica centro di una lente è il punto, disposto sull’asse ottico, attraversando il quale i raggi non sono deviati.

Copyright © - Riproduzione riservata
Centro

Wikitecnica.com