Cerchia | Wikitecnica.com

Cerchia

Definizione – Etimologia

Il termine è riconducibile a cerchio, dal latino circus o circulus. In ambito urbanistico la cerchia indica il circuito murario di una città, costituito da cortine intervallate da torri o bastioni, e in tale accezione assume lo stesso significato di cinta.

Generalità

La cerchia segna il limite topografico dell’insediamento urbano e ne definisce la forma, qualificandosi come elemento emergente dal paesaggio circostante; essa può aderire strettamente al tessuto urbano o avere un andamento differente, ma oltre alla primaria valenza militare, è espressione del potere politico ed economico della città.

Processo formativo
Il passaggio dal nomadismo allo stanziamento fisso (4000-2000 a.C.) ha implicato la necessità di proteggere i nuclei abitati con cerchie murarie all’intorno, come documentano le prime civiltà del Mediterraneo e le successive culture insediative greca e romana.
Nel medioevo la città murata ha costituito il modello urbano prevalente, ma alla fine del XV secolo l’introduzione delle armi da fuoco ha mutato profondamente la morfologia della cerchia di mura con l’adozione del fronte bastionato, ideato da architetti e trattatisti quali Filarete, Francesco Di Giorgio Martini, Antonio e Giuliano da Sangallo, secondo un modello diffusosi poi in tutta Europa. Il disegno della cerchia di mura sottointendeva una intenzione tecnico-figurativa che mirava a ordinare secondo criteri di proporzionamento gli elementi fondamentali della progettazione urbana, relegandoli entro schemi geometrici radiali o ortogonali.
Dal tardo Settecento la cerchia ha perso valore difensivo e la sua utilità è residuata nella funzione daziaria, mentre nel secolo successivo è stata considerata un ostacolo all’espansione urbana, venendo demolita e spesso sostituita da viali e giardini.

Bibliografia

Fara A., La città da guerra nell’Europa moderna, Torino, 1993.

Copyright © - Riproduzione riservata
Cerchia

Wikitecnica.com