Committente (legislazione) | Wikitecnica.com

Committente (legislazione)

Definizione – Etimologia

Dal punto di vista giuridico il committente (C) è soggetto pubblico o privato, che richieda ad altra persona fisica o giuridica, o ente pubblico o raggruppamento di tali persone e/o enti (affidatario, A) la realizzazione di lavori od opere (imprenditore/appaltatore), la fornitura di prodotti (fornitore) o la prestazione di servizi (prestatore di servizi). L’A assume a proprio rischio l’organizzazione e gestione dei mezzi necessari a condurre a buon fine l’incarico, con modalità specificate in un contratto, a fronte di un compenso in denaro.

Generalità

Il committente, in funzione di bisogni individuati (quadro esigenziale), indirizza scopi e obiettivi, scelte tecniche, modalità d’esecuzione e organizzazione dell’oggetto del contratto, affidandone la responsabilità e/o il controllo a persone fisiche e/o giuridiche. In ogni singola attività da realizzarsi mediante contratto pubblico (di appalto o concessione) il committente è Amministrazione aggiudicatrice (Aa: Amministrazioni dello Stato; enti pubblici territoriali; altri enti pubblici non economici; organismi di diritto pubblico; associazioni, unioni, consorzi, comunque denominati, costituiti da detti soggetti) che, nella fase attuativa del contratto, affida o svolge compiti di: Stazione Appaltante (nei settori ordinari, tutti quelli non straordinari) o Ente pubblico (nei settori straordinari: gas, energia termica, elettricità, acqua, trasporti, servizi postali, sfruttamento di area geografica) o Soggetto aggiudicatore (nei lavori relativi a infrastrutture strategiche e insediamenti produttivi).

Sono:

  • Enti aggiudicatori (Ea): Aa, Imprese pubbliche (Ip) e soggetti che, non essendo Aa o Ip, operano in virtù di diritti speciali o esclusivi concessi dall’autorità competente;
  • Soggetti aggiudicatori (Sa): Aa, Ea, soggetti pubblici o privati assegnatari dei fondi per lavori di infrastrutture strategiche e insediamenti produttivi;
  • Altri soggetti aggiudicatori (nei settori ordinari): soggetti privati che operano con funzioni pubbliche.

Si intende con il termine:

  • Stazione appaltante (SA): le Aa e i Sa;
  • Centrale di committenza una Aa che, per conto di altre Aa o Ea, acquista forniture e/o servizi e/o aggiudica appalti pubblici o conclude accordi quadro;
  • Profilo di C: il sito informatico di una SA, su cui sono pubblicati informazioni e atti relativi al/i contratto/i.

L’Aa:

  • individua, prima di avviare le procedure di affidamento del contratto, con decreto o determina in conformità ai propri ordinamenti, gli elementi essenziali del contratto e i criteri di selezione degli operatori economici e delle offerte;
  • nomina un Responsabile unico di procedimento per le fasi di progettazione, affidamento, esecuzione; dà avvio alle procedure di affidamento per individuare i soggetti offerenti;
  • può prevedere il trasferimento della proprietà di beni immobili di sua appartenenza (purché non assolvano più funzioni di interesse pubblico) o di beni immobili, già inclusi in programmi di dismissione del patrimonio pubblico, all’A in sostituzione totale o parziale delle somme a corrispettivo del contratto previste nel bando di gara (per lavori, se già indicato nel programmazione) o nell’avviso di preinformazione (per servizi e forniture);
  • stipula il contratto mediante atto pubblico notarile, o mediante forma pubblica amministrativa a cura dell’ufficiale rogante;
  • nomina per sovrintendere all’esecuzione del contratto un Direttore dei lavori (opere) o un direttore dell’esecuzione del contratto (forniture e servizi).

La SA:

  • conferisce l’incarico di collaudo (lavori) o di verifica di conformità (servizi e forniture) con motivata determina, a uno o più tecnici (collaudatore, commissione di collaudo), con elevata e specifica qualificazione, per verificare la conformità delle prestazioni eseguite a quelle pattuite nel contratto;
  • emette l’atto formale di approvazione del certificato di conformità o di collaudo (di regolare esecuzione per lavori sino a 500.000 euro o a discrezione entro 1.000.000 euro).
Bibliografia

Dir. 2004/17/CE; d.lgs 163/2006; d.p.r. 554/99.

Copyright © - Riproduzione riservata
Committente (legislazione)

Wikitecnica.com