Conchiglia | Wikitecnica.com

Conchiglia

Dal lat. conchylĭa, pl. neutro di conchylĭum, in gr. konchýlion. Nel vocabolario artistico e architettonico, il termine indica un elemento decorativo realizzato con conchiglie marine naturali o a imitazione di quest’ultime.
In età classica, nell’architettura romana, furono ampiamente diffuse quelle naturali per rivestire e abbellire le grotte e i giardini; inoltre la loro forma venne riprodotta nella scultura ornamentale. L’impiego della conchiglia tornò in auge nel Rinascimento ed ebbe una notevole fortuna in epoca barocca: molto apprezzata da Bernini e da Juvarra, divenne caratteristica del gusto rocaille al tempo di Luigi XIV. Nello stesso periodo, il motivo della conchiglia fu introdotto anche nel campo dell’ebanisteria con diverse varianti (convessa, concava, doppia).
A partire dal XVI secolo si assiste, inoltre, al fenomeno del collezionismo, che predilesse i materiali naturali rari (come le conchiglie) combinati con metalli preziosi e conservati nelle Wunderkammern europee.

Copyright © - Riproduzione riservata
Conchiglia

Wikitecnica.com