Controventatura | Wikitecnica.com

Controventatura

Definizione – Etimologia

Composto della radice “contro-” e della parola “vento”, il termine indica l’insieme degli elementi che conferiscono a una struttura resistenza ai carichi del vento e dei sismi. Tali sollecitazioni prevalentemente orizzontali, applicate alle pareti esterne degli edifici, sono trasferite ai solai e da questi ripartite, secondo le rispettive rigidezze, fra le strutture portanti a nodi rigidi, le pareti dei vani scale e ascensori e altre apposite strutture di controventatura (setti in calcestruzzo, in muratura o tralicci metallici).

Classificazione

Si distinguono due ordini di controventature: orizzontali (o di piano) e verticali. Gli impalcati con solette in calcestruzzo armato, se solidali alle travate, sono già auto-controventati e si comportano come travi-parete orizzontali. Invece, per strutture metalliche, le controventature di piano sono di solito create con croci di Sant’Andrea poste all’intradosso dell’orditura secondaria. Le strutture di controventatura orizzontale possono essere di vario tipo. I telai a nodi rigidi (in calcestruzzo armato o in metallo) sono già idonei a contrastare le azioni orizzontali, essendo travi e pilastri solidali. Nelle strutture metalliche, le unioni saldate o ad attrito hanno buona rigidezza; quelle bullonate vanno invece irrigidite con croci di Sant’Andrea o con controventatura a V rovescia, realizzando una struttura reticolare.
Un’efficace controventatura è svolta dai nuclei rigidi in calcestruzzo armato, quali i vani scala, che lavorano come mensole verticali. Tali sistemi, se a sezione chiusa, garantiscono un’elevata rigidezza torsionale contro azioni asimmetriche. È bene collocare le strutture di controventatura verticale in posizioni periferiche e disposte in due direzioni, affinché resistano a ogni tipo di sollecitazione.

Bibliografia

Pozzati P., Ceccoli C., Teoria e tecnica delle strutture, Bologna, 1977; Simoni L., Turrini G., Il calcolo pratico delle pareti di controvento: manuale per la verifica delle pareti sottoposte ad azioni sismiche orizzontali convenzionali, Bologna, 1981.

Copyright © - Riproduzione riservata
Controventatura

Wikitecnica.com