Conurbazione | Wikitecnica.com

Conurbazione

Definisce un’agglomerazione di città maggiori e insediamenti minori progressivamente assorbiti nei processi di espansione urbana, distinguendosi da “area metropolitana”, quasi dovunque definita e codificata attraverso soglie dimensionali e indicatori socio-economici caratterizzanti. La nozione di conurbazione costituisce il punto di arrivo di una riflessione avviata all’inizio del XX secolo dall’intellettuale scozzese Patrick Geddes. Egli delinea il passaggio concettuale dalla “città nella regione” (1905), dove città e campagna figurano ancora come sedi di elezione per attività differenti e complementari in funzione di uno sviluppo territoriale ordinato, alla “città regione” (1915), che nelle realtà urbane mature dell’Europa e dell’America settentrionale pone l’esigenza di considerare il binomio città-campagna come inscindibile oggetto di indagine: “Per mettere a fuoco questi sviluppi, queste trasformazioni, anzi, dall’idea tradizionale di città e campagna nella quale siamo stati allevati, e esprimerli in maniera più evidente, abbiamo bisogno di qualche piccola aggiunta al nostro vocabolario; ogni nuova idea infatti, per la quale manchi la parola adatta, merita che ne sia coniata una appositamente. Costellazioni non possiamo chiamarle, agglomerati, ahimè, farebbe già più al caso nostro, ma potrebbe suonare offensivo. E se le chiamassimo conurbazioni?”.

Nel secondo dopoguerra, Jean Gottmann apporta al ragionamento sulle conurbazioni ulteriori elementi di riflessione con riferimento alla cosiddetta “Megalopoli atlantica”, la regione urbana di 40 milioni di abitanti del Nord-est degli Stati Uniti, estesa per circa 700 km: “Dobbiamo perciò abbandonare in questa zona l’idea di città come fittamente costruita e organizzata, in cui la gente, le sue attività e le sue ricchezze sono condensate in un’area molto piccola, chiaramente distinta dai suoi intorni non urbani. Ogni città di questa regione si stende in lungo e in largo attorno al suo nucleo originario: cresce in mezzo a un miscuglio irregolarmente colloidale di paesaggi rurali e suburbani; si fonde su ampi fronti con altri miscugli, di struttura per qualche verso simile, anche se paesisticamente diversi, che appartengono ai dintorni suburbani di altre città”. Diversi contributi hanno tentato in anni più recenti di gettare luce sulle modalità di articolazione interna delle conurbazioni e sulle loro dinamiche di sviluppo. Sotto il primo aspetto, approcci sistemici a matrice funzionalista hanno aperto la via a nozioni come “campo urbano”, inteso come quel territorio caratterizzato da rapporti di interdipendenza e integrazione in relazione ai ritmi quotidiani casa-lavoro che può essere identificato dalla distanza massima del movimento pendolare tra centro e periferia, oltre che da soglie demografiche ed occupazionali.

Circa le modalità evolutive, si è affermata la cosiddetta “teoria dei cicli di vita delle città” ancorata ai cicli lunghi di sviluppo economico e di innovazione, che si presta con buona approssimazione a interpretare dinamiche ricorrenti nelle grandi e medie aree metropolitane dei paesi avanzati, attraverso le varie modalità e fasi di densificazione, rarefazione, tracimazione delle conurbazioni oltre i “confini dell’urbano” che scandiscono l’alterna dialettica tra aree centrali e periferiche.

L’attenzione viene ovunque puntata su di una “condizione urbana” permeata da stili di vita definitivamente urbani, anche a discapito di alcuni tra i fondamentali elementi che sostanziavano la tenuta della fenomenologia “città”: la elevata densità insediativa, in primo luogo, non più ovunque decisiva, e una tradizione morfologica per il passato fortemente sostenuta da una idea di spazio pubblico come dispositivo essenziale per organizzarne la sintassi.

Bibliografia

Berry B. J. L. (a cura), Urbanization and Counter-Urbanization, Calif., 1976; Geddes P., Cities in evolution, London, 1915; Gottmann J., Megalopolis. The Urbanized Northeastern Seaboard of the United States, New York, 1961; Hall P., Cities of Tomorrow, London, 1988.

Copyright © - Riproduzione riservata
Conurbazione

Wikitecnica.com