Cottage | Wikitecnica.com

Cottage

Figura 1 | Cottage | Progettazione architettonica

Il termine si riferiva, originariamente, alla tipica casa di campagna inglese; un’abitazione unifamiliare, di 1-2 piani, costruita attorno a un nucleo primitivo, spesso antichissimo, man mano che le dimensioni della famiglia mutavano nel tempo. La scelta dei materiali (legno, pietra, mattoni, paglia per i tetti) varia a seconda delle regioni. Il cottage presenta una struttura interna distribuita attorno a un ampio vano longitudinale, con uno o due camini, dove si svolge la vita familiare. Insieme al cottage si trovavano poi, normalmente, il granaio e il fence, il recinto, entro cui si svolgevano tutte le attività domestiche all’aperto.
Nel XVIII secolo il termine assume l’attuale definizione di “abitazione stagionale di campagna”. A esso sono legate le esperienze del “pittoresco”, del primo Regionalismo vernacolare, del Romanticismo (villaggio di Blaise Hamlet, John Nash, del 1811) e successivamente dell’Art Nouveau anglosassone, che ne farà un modello universale. A differenza dei tipi originali, il cottage contemporaneo può essere molto grande e articolato, perdendo qualsiasi connotazione rurale se non nell’utilizzo dei materiali locali.

Bibliografia

Allen G., The Cheap Cottage and the Small House, London, 1919; Oliver P., Dwellings, London, 2003.

Copyright © - Riproduzione riservata
Cottage

Wikitecnica.com