Cul-de-sac | Wikitecnica.com

Cul-de-sac

Culdesac01 16cm | Cul-de-sac | Urbanistica

Definizione

Costituisce una diramazione cieca, per lo più residenziale, in cui ci si immette attraverso una arteria di smistamento principale con apposito incrocio a raso. Tale svincolo rappresenta l’unico elemento di accessibilità per le macchine e l’unico sbocco del traffico veicolare in circolazione nel cul-de-sac.

Generalità

Realizzati in maniera diffusa dalla fine della seconda guerra mondiale ai margini delle città americane, venivano preferiti all’assetto urbano caratterizzato da una distribuzione lineare o a rete per due ragioni:

  • per un motivo economico dovuto al maggior costo necessario per il superamento di un eventuale ostacolo attraverso una organizzazione lineare;
  • per un motivo di sicurezza in quanto si riteneva molto meno sicuro un quartiere sviluppato a rete e quindi collegato e unito ai quartiere limitrofi.

Da un punto di vista progettuale, inoltre, la realizzazione del sistema dei cul-de-sac era preferita dai costruttori in quanto permetteva loro di sistemare più case dentro a terreni dalla forma irregolare e di arrivare sino ai limiti della proprietà.
Nel caso in cui il cul-de-sac sia percorribile anche da autobus o da veicoli di grande dimensione, è necessario prestare la massima attenzione al raggio di curvatura minimo da rispettare per il passaggio dei suddetti mezzi:

  • Minibus: raggio di curvatura minimo R = 4 m;
  • Autobus: raggio di curvatura minimo R = 8 m;
  • Filobus: raggio di curvatura minimo R = 8 m;
  • Tram: raggio di curvatura minimo R = 12 m;
  • Jumbo bus: raggio di curvatura minimo R = 10 m.

Copyright © - Riproduzione riservata
Cul-de-sac

Wikitecnica.com