Diagnostica (restauro) | Wikitecnica.com

Diagnostica (restauro)

L’origine greca del termine (da διάγνωστις, -εως: facoltà di riconoscere attraverso, per mezzo di) esprime compiutamente il fine e il ruolo della diagnostica, che utilizza tecniche d’indagine diverse, connotate da tecnologie e protocolli operativi specifici, per raccogliere dati non immediatamente acquisibili dall’osservazione diretta, soprattutto in merito agli aspetti costruttivi, strutturali, ambientali e materici della costruzione. La diagnostica, applicata all’architettura solo da alcuni decenni, ha conosciuto di recente una notevole evoluzione anche se il suo impiego rimane perlopiù confinato ai monumenti di maggior rilievo o alle architetture dotate di apparati decorativi (affreschi, sculture ecc.). Fra gli esami diagnostici più utilizzati rientrano: le investigazioni strumentali (con endoscopie, magnetoscopie, indagini soniche, termovisioni, radiografie ecc.), monitoraggi strutturali (disposizione di sensori collegati a centraline elettroniche che registrano gli spostamenti dei lembi di lesioni e i dati relativi alla temperatura o d’inclinometri che misurano la rotazione delle pareti; impiego di martinetti piatti per conoscere l’effettiva sollecitazione a compressione di una muratura o dinamometri per valutare la trazione delle catene metalliche; prove penetrometriche ecc.), monitoraggi microclimatici (sistemazione di sensori collegati a centraline per il rilevamento di temperatura e umidità interne ed esterne all’ambiente; rilevamento puntuale del contenuto di umidità interno della parete; realizzazione di termovisioni per verificare il diverso rilascio termico della muratura), indagini di laboratorio effettuate su materiali prelevati dall’edificio per conoscerne la composizione chimica e petrografica o la resistenza strutturale. 

Bibliografia

Fiorani D. (a cura), Restauro e tecnologie in architettura, Roma, 2009; La diagnostica intelligente, atti del convegno (Cosenza, 29-30 giugno 2007), s.d. 2008; Matteini M., Moles A., Scienze e restauro. Metodi d’indagine, Firenze 1984.

Copyright © - Riproduzione riservata
Diagnostica (restauro)

Wikitecnica.com