Diorite | Wikitecnica.com

Diorite

Roccia magmatica intrusiva a medio contenuto in silice, mineralogicamente posta tra i graniti e i gabbri. Le dioriti possono essere quarzifere e non quarzifere; si presentano con colorazione variabile dal grigio-verde scuro quasi nero al verde chiaro.
Estremamente dura, con elevata resistenza a compressione e caratteristiche simili ai graniti, la diorite, pur risultando difficile a lavorarsi, è stata utilizzata comunemente fin dall’antichità (civiltà mesopotamiche). Oggi, di non facile reperibilità, è principalmente impiegata per pavimentazioni. Oltre alle dioriti propriamente dette, con minime variazioni mineralogiche si hanno le tonaliti, le orneblenditi, la corsite, le porfiriti, la plumasite, il serizzo.
La produzione italiana attuale è localizzata nelle province di Sondrio, Bergamo, Novara, Torino, Sassari. Tra le varietà più note: diorite dell’Adamello, diorite di Brosso Canavese, diorite di Ornavasso, diorite di Perosa Argentina, diorite di Traversella, diorite di Vico Canavese, diorite nera della Valcamonica.

Copyright © - Riproduzione riservata
Diorite

Wikitecnica.com