Eidotipo | Wikitecnica.com

Eidotipo

L’eidotipo è uno schizzo dal vero, realizzato nella cosiddetta fase di campagna di un rilievo, funzionale alle misure da prelevare, alle tecniche utilizzate, nonché alle finalità generali. Composto del greco εἶδος – aspetto, forma – e tipo, indica un particolare elaborato grafico con cui si selezionano le qualità formali riconosciute come tipiche dell’oggetto del rilevo.

Si tratta di un disegno ben proporzionato dal segno asciutto e contenuto, redatto in aderenza alle comuni convenzioni e norme grafiche, che deve essere, però, per quanto essenziale altamente descrittivo realizzando una sintesi grafica della realtà osservata.
Nel rilievo architettonico gli eidotipi si redigono simulando quanto poi avverrà nelle connesse operazioni di misura, procedendo ordinatamente dal generale al particolare: la schematizzazione volumetrica, le piante ai vari livelli, le sezioni significative, i prospetti, i dettagli, i particolari architettonici e decorativi, avendo cura di indicare i rimandi tra i diversi eidotipi.
Sull’eidotipo si riportano con ordine e senza che si addensino tutte le misure, distinguendo accuratamente quelle totali da quelle parziali e queste, a loro volta, da ulteriori annotazioni, ad esempio sulle tecnologie, sui materiali, sullo stato di conservazione o di degrado ecc.
L’eidotipo non è solo funzionale all’apposizione delle misure prelevate; infatti il rilevatore mentre esegue gli eidotipi decide quali dati acquisire e la sequenza con cui saranno acquisiti, cioè progetta le operazioni di misurazione. L’eidotipo esplicita dunque l’atto selettivo e critico alla base di ogni rilievo attraverso cui l’oggetto è discretizzato, ovvero riprodotto, mediante un numero finito di punti e linee significative.
Infine trattandosi di un documento, che rientra a pieno titolo nel complesso degli elaborati di un rilievo, su questo andranno indicati i dati identificativi dell’opera, la numerazione progressiva del disegno, la data del rilievo e il nome del rilevatore.

Copyright © - Riproduzione riservata
Eidotipo

Wikitecnica.com