Epistilio | Wikitecnica.com

Epistilio

Dal gr. ἐπιστύλιον, lat. epistylium, letteralmente “al di sopra della colonna”, l’epistilio o architrave costituisce l’elemento strutturale della trabeazione che compone insieme al fregio e alla cornice, ed è l’elemento architettonico orizzontale di raccordo tra i sostegni verticali, colonne o pilastri, per cui svolge la funzione statica di raccogliere e convogliare i carichi delle strutture sovrastanti alle strutture portanti verticali. Nell’ordine dorico, l’epistilio è costituito da un parallelepipedo liscio coronato da una fascia (taenia), sotto la quale si posizionano listelli (regulae), dal cui bordo inferiore sporgono elementi cilindrici o troncoconici definiti guttae. Nell’ordine ionico l’epistilio può essere liscio o diviso da due o tre fasce progressivamente aggettanti ed è coronato da modanature di raccordo con il fregio.

Bibliografia

Lippolis E., Livadiotti M., Rocco G., Architettura Greca. Storia e monumenti del mondo della polis dalle origini al V secolo, Milano 2007.

Copyright © - Riproduzione riservata
Epistilio

Wikitecnica.com