Fibra di vetro (tecnologia) | Wikitecnica.com

Fibra di vetro (tecnologia)

La fibra di vetro è ottenuta dalla fusione ad alta temperatura della silice unita ad altri minerali: la massa fusa passa attraverso una filiera in platino e all’uscita la fibra viene stirata fino a raggiungere il diametro desiderato e subito raffreddata. Le singole bave vengono poi raggruppate in numero prestabilito per formare il filato o il rving (cordoni non ritorti composti da numerose bave).

La fibra di vetro può essere impiegata come elemento di rinforzo per la realizzazione di componenti edilizi di diverso tipo, in relazione a lunghezza, dimensione e numero delle fibre utilizzate. Usando fili tagliati lunghi 5 cm (detti mat), multidirezionati sul piano e creando più strati impregrati con resine, si possono realizzare scocche in vetroresina. La vetroresina si può anche ottenere da mat continui (detti unifilo) mediante stampaggio. Con i tessuti in fibra di vetro, rivestiti in ptfe o silicone, si creano membrane per impieghi strutturali, come tensostrutture o pressostrutture.

Copyright © - Riproduzione riservata
Fibra di vetro (tecnologia)

Wikitecnica.com