Fontanile | Wikitecnica.com

Fontanile

Definizione – Etimologia

Dal latino fontana, fontana. Il fontanile è una modificazione artificiale del suolo in un sito di pianura caratterizzato dalla presenza di una risorgiva naturale; realizzato solitamente per irreggimentare le acque e per bonificare le zone paludose.

Generalità

Molto diffusi in nord Italia, soprattutto nella cosiddetta fascia dei f., una area geografica quasi continua intorno al corso del Po, ad una quota tra i 100 e i 150 m. slm. Dicesi testa del f. la fossa, di forme diverse, che viene scavata intorno alla sorgente per raccoglierne l’acqua. Asta del fontanile, canale scavato a partire dalla testa verso valle per far defluire l’acqua affiorante anche con finalità irrigue. In alcune regioni del centro Italia (Lazio, Marche) per fontanile si intende anche un tipo di costruzione rurale, ovvero una fontana con una lunga vasca, utilizzata soprattutto per far abbeverare gli animali.

Bibliografia

Minelli A., Risorgive e fontanili: acque sorgenti di pianura dell’Italia settentrionale, Udine 2008.

Copyright © - Riproduzione riservata
Fontanile

Wikitecnica.com