Forato | Wikitecnica.com

Forato

Prodotto in laterizio per pareti non portanti di divisione (monostrato), separazione e tamponamento (pluristrato, a cassa vuota o a cassetta), è di forma parallelepipeda, con spessore in genere non superiore a 15 cm, elevata percentuale di foratura (60-70%), massa volumica apparente di 500-800 kg/m3 e un numero di fori variabile in funzione della dimensione dell’elemento. Dovendo essere intonacato presenta sulle facce esterne delle scanalature per migliorare l’aderenza con la malta. Come tutti gli elementi a bassa densità o low density, ovvero con massa volumica asciutta lorda fino a 1.000 kg/m3, viene di solito posato a fori orizzontali ma può essere impiegato anche a fori verticali, di taglio o di piatto.

L’ampia diffusione in Italia si spiega con l’adeguatezza delle sue caratteristiche rispetto alle prestazioni richieste in rapporto alle condizioni climatiche, alle condizioni abitative e all’organizzazione del cantiere (la presenza dei fori facilita l’integrazione degli impianti).

Copyright © - Riproduzione riservata
Forato

Wikitecnica.com