Foresta | Wikitecnica.com

Foresta

Figura Faggio Schiantato Pollino | Foresta | Urbanistica

Definizione-Etimologia

Con il termine “foresta” si intende un’ampia estensione di terreno incolto, dove gli alberi crescono spontaneamente e costituiscono la vegetazione dominante. Nella sua espressione più comune la foresta è una formazione disetanea composta da alberi ad alto fusto disposti in maniera naturale.
Il termine deriva dal latino foras fuori, oppure forestis o forasticus e veniva riferito dai romani a qualcosa che era “esterno” alla città.

Generalità

Il significato intrinseco di foresta si sovrappone parzialmente a quello di “bosco”. Sebbene non vi sia un’effettiva differenziazione ecologica tra i due termini, le foreste fanno normalmente riferimento a estensioni di terreno più ampie rispetto al bosco (i parametri del protocollo di Kyoto suggeriscono per la foresta estensioni minime di un ettaro).
Dal punto di vista strutturale la foresta prevede una stratificazione verticale che riconosce: uno o più livelli arborei; uno o più livelli arbustivi e un livello erbaceo, sebbene a volte siano anche presenti, un livello lianoso, uno epifitico e uno muscinale. Nelle sconfinate foreste dell’Amazzonia i diversi livelli arborei che si succedono in altezza causano un filtraggio efficacissimo della radiazione luminosa (al suolo arriva meno del 2% della luce che colpisce la volta) determinando una quasi completa assenza del sottobosco erbaceo.
Diversi tipi di foreste possono succedersi seguendo l’altitudine. In Italia dal livello del mare al limite superiore degli alberi troviamo: foresta sempreverde, foresta decidua termofila, foresta mista mesofila, foresta di latifoglie sciafile e foresta di conifere. In termini conservazionistici molta importanza viene attribuita alle cosiddette “foreste vetuste” (old growth forests) che sono caratterizzate da alberi di età elevata e/o dimensioni imponenti, da complessa articolazione strutturale, da significative quantità di necromassa in piedi o atterrata e da un livello complessivo di biodiversità molto elevato.

Esempi

Alcuni tra i più importanti biomi della biosfera sono costituiti da ecosistemi forestali. Le foreste, infatti, rappresentano spesso la vegetazione climax per ampie aree macroclimatiche. Principali biomi forestali sono:

  • foresta pluviale equatoriale (rain forests) – presente nel bacino del Rio delle Amazzoni, nel bacino del Congo e nell’Arcipelago malese; occupa circa il 10% delle terre emerse ma racchiude oltre il 60% delle specie attualmente conosciute.
  • foresta boreale di aghifoglie (taiga) – composta soprattutto da conifere, si estende nell’Eurasia settentrionale e nel Nord America andando a costituire la più estesa formazione forestale continua del pianeta (8% delle terre emerse).
  • foresta temperata di latifoglie decidue – caratterizza il 5% delle terre emerse ma un tempo doveva occupare estensioni assai più vaste prima che l’uomo ne distruggesse gran parte per ricavare terreni per l’agricoltura o per gli insediamenti abitativi. Tra i generi arborei più significativi della foresta di latifoglie decidue presenti in Europa troviamo quercus fagus, carpinus, fraxinus, ulmus, acer, castanea, e betula. Questi generi sono presenti (con altre specie) anche nel nordest asiatico e nel Nord America dove si consociano a taxa, assenti in Europa, come specie spontanee quali carya, liriodendron, liquidambar
  • foresta di latifoglie sempreverdi – viene generalmente inclusa nel bioma macchia mediterranea, il quale solo in parte è rappresentativo di formazioni forestali poiché più spesso caratterizzato da arbusteti (a es. matorral, chaparral). In Italia è ampiamente rappresentata dalle foreste a quercus ilex (leccio) o quercus suber (sughera).

Esistono inoltre tipi di foreste definiti “azonali”, in quanto non relazionati al macroclima dell’area ma rispondenti in primis alle peculiarità del substrato. È il caso delle foreste ripariali (in Italia composte da generi quali salix, populus, alnus) che si dispongono lungo i corsi d’acqua o nelle pianure alluvionali temporaneamente allagate dai grandi fiumi.

Copyright © - Riproduzione riservata
Foresta

Wikitecnica.com