Fragilità | Wikitecnica.com

Fragilità

Dal latino fragilis dalla stessa radice di frangere, “rompere”. La fragilità è la tendenza di alcuni materiali a rompersi bruscamente senza che avvengano precedentemente deformazioni e snervamenti. In metallurgia rappresenta un tipo di rottura piuttosto pericolosa e quasi sempre non desiderata; spesso effetto collaterale di un trattamento di indurimento. 
Un materiale che non è fragile si dice duttile. Non sempre un certo materiale si rompe in maniera univoca; esistono diversi fattori che possono renderlo fragile o duttile, come pure gli possono conferire caratteristiche intermedie. 
La transizione può essere continua o discontinua. Solitamente si prende la temperatura a cui avviene tale transizione come parametro indicativo del comportamento del materiale; in genere è richiesto che essa sia minore della temperatura di esercizio del pezzo. 
Alcuni fattori, quali discontinuità di lavorazione, inclusioni, dimensione dei cristalli, incrudimento ecc., influenzano la temperatura di transizione duttile-fragile.

Copyright © - Riproduzione riservata
Fragilità

Wikitecnica.com