Gradina | Wikitecnica.com

Gradina

Definizione

Speciale scalpello in ferro acciaioso lungo 14-22 cm, a un estremo affusolato e dentato e all’altro smussato per ricevere colpi di mazzetta. Il tagliente può avere fino a 10 cm di larghezza e da 2 a 20 denti (2 per la sgrossatura del blocco; 4 per la modellatura della superficie grezza; 6 per la lavorazione che precede la finitura a scalpello e così via).

Generalità

L’uso è attestato in Grecia sin dal VI sec. a.C., poi nei monumenti etruschi e romani e nell’architettura altomedioevale. Dal Rinascimento si riducono le tracce di gradina a denti fini, ma per il restauro e la scultura lo strumento è oggi tornato in auge in tutti i suoi formati in versione pneumatica con punta in widia (matrice metallica che ingloba un’alta percentuale di carburo).
Si inclina da 35° a 60° al fine di tracciare solchi continui, mentre in posizione ortogonale al piano imprime linee di forellini interrotte e non parallele.

Bibliografia

Bessac J.-Cl., L’outillage traditionnel du tailleur de pierre de l’Antiquité à nos jours, Parigi, 1987.

Copyright © - Riproduzione riservata
Gradina

Wikitecnica.com