Infiammabilità | Wikitecnica.com

Infiammabilità

Definizione

Misura la capacità di bruciare di una sostanza fluida o solida.

Generalità

I limiti di infiammabilità dei fluidi sono le concentrazioni del gas combustibile (o del vapore del combustibile liquido) nella miscela con il comburente (spesso aria) entro il quale esso si infiamma, se innescato da una scintilla. I limiti dipendono dal fluido e l’aumento di pressione o di temperatura normalmente estende il campo di infiammabilità. La infiammabilità influenza la resistenza al fuoco dei materiali, indicata con il simbolo REI (seguito da un numero n) che identifica un elemento costruttivo che deve conservare per un tempo determinato n (espresso in minuti) la resistenza meccanica, la capacità di non trasferire da una faccia all’altra la combustione e l’isolamento termico. Le classi di resistenza al fuoco sono dieci e vanno da REI 15 a REI 360. Il D.M. 16.02.2007, recependo la norma UNI EN 1366, classifica la resistenza al fuoco per gli elementi e i prodotti costruttivi delle opere di costruzione.

Copyright © - Riproduzione riservata
Infiammabilità

Wikitecnica.com