Infisso (interno orizzontale) | Wikitecnica.com

Infisso (interno orizzontale)

Il termine designa l’elemento tecnico che, insieme al solaio e al soppalco, costituisce l’unità tecnologica “Partizione interna orizzontale” secondo la classificazione del sistema tecnologico regolata dalla norma UNI 8290 – parte I (riferita all’edilizia residenziale ma sostanzialmente estensibile all’organismo edilizio in generale).
Indica un particolare tipo di infisso, cui spetta il compito di consentire accessibilità, ed eventualmente l’illuminazione e la ventilazione, tra spazi interni dell’organismo edilizio; esso può essere inserito nel solaio intermedio, nel soppalco o nel solaio a terra di un edificio.
Esempio di infisso interno orizzontale è la “botola”, un passaggio aperto, tramite un serramento di forma circolare o quadrangolare, in una struttura orizzontale o inclinata, provvisto di un elemento di chiusura apribile a ribalta, che ristabilisce la continuità del piano di intradosso o estradosso. La botola è utilizzata per consentire l’accesso a vani sotterranei, a soffitte o a vani tecnici per impianti.
Altro esempio di infisso interno orizzontale è il “passo d’uomo”, un’apertura praticata in un impalcato allo scopo di permettere il passaggio di una persona. Il termine, di uso prevalentemente industriale, si riferisce ad aperture – usualmente di forma ellittica o circolare – ricavate in recipienti sottoposti a pressione, condotte di grande diametro, caldaie, ecc., per consentire l’accesso all’interno per ispezione e manutenzione.

Bibliografia

Galliani G.V. (diretto da), Dizionario degli elementi costruttivi, UTET, Torino, 2001, vol. 1, p. 142; vol. 2, p. 630-631.

Copyright © - Riproduzione riservata
Infisso (interno orizzontale)

Wikitecnica.com