Jubé | Wikitecnica.com

Jubé

Vezzolano (Asti), S. Maria, jubé.
Vezzolano (Asti), S. Maria, jubé.

Definizione – Etimologia

Parete trasversale di separazione tra il coro e le navate delle chiese, presente talvolta nell’architettura medievale. Il termine deriva dal latino, in riferimento a una formula liturgica utilizzata dal celebrante prima della lettura: Jube domine benedicere.

Generalità

La struttura compare nel corso del XII sec., come elemento divisorio tra il clero e i fedeli laici, e si diffonde in età gotica nelle chiese affidate a ordini religiosi (canonici regolari, monasteri benedettini, ordini mendicanti). Soltanto pochi jubé però sono sopravvissuti fino a oggi perché vennero in genere rimossi dopo le riforme liturgiche promosse dal Concilio di Trento (1545-1563).
La parete di separazione poteva essere costituita da un semplice tramezzo in muratura, oppure da un pontile dotato di una tribuna superiore, dalla quale i chierici si rivolgevano al popolo per le letture e l’omelia. In alcuni casi il jubé era collegato al presbiterio sopraelevato e alla parete ovest della cripta sottostante, formando un apparato liturgico complesso. Di frequente la parete rivolta verso il popolo era decorata da rilievi scultorei e prevedeva l’inserto di altari addossati.
In età gotica si affermò poi un tipo di jubé a loggia porticata, aperta con arcate verso l’ingresso della chiesa (cattedrali francesi di Chartres, Parigi, Bourges, Amiens, Strasburgo). Le strutture oggi conservate testimoniano l’importanza di questo arredo liturgico nelle chiese medievali: in Italia sono da ricordare gli esempi dell’abbazia di S. Andrea in Flumine a Ponzano Romano (Lazio) e della canonica di S. Maria a Vezzolano (Piemonte), in Francia quello del priorato di Serrabone (Linguadoca), in Svizzera quello di Notre-Dame-de-Valère a Sion (Vallese), in Germania quello della cattedrale di Naumburg.

Bibliografia

Piva P., Lo ‘spazio liturgico’: architettura, arredo, iconografia (secoli IV-XII), in Piva P. (a cura), L’arte medievale nel contesto (300-1300). Funzioni, iconografia, tecniche, Milano, 2006, pp. 141-180.

Copyright © - Riproduzione riservata
Jubé

Wikitecnica.com