Legno (tecniche costruttive) | Wikitecnica.com

Legno (tecniche costruttive)

Definizione

Le tecniche costruttive in legno che si sono sviluppate nei secoli in specifici contesti geografici, grazie allo stretto legame con il luogo, devono oggi la loro grande diffusione, in contesti diversi da quelli tradizionali alle innumerevoli innovazioni nel settore produttivo che ha saputo valorizzare le proprietà della materia prima in termini di sostenibilità ambientale, caratteristiche prestazionali e possibilità realizzative. Le opere architettoniche più recenti hanno previsto l’impiego di tecniche costruttive in legno profondamente innovate rispetto a quelle tradizionali, restituendo alla materia prima un uso competitivo rispetto agli altri materiali della tradizione costruttiva.

Generalità

L’insieme delle tecniche costruttive in legno si può ricondurre a due grandi famiglie: tecniche costruttive massicce e tecniche costruttive leggere.

Le prime, prevedono l’uso di elementi in legno massiccio di grandi dimensioni, per realizzare pareti portanti; le seconde, prevedono l’uso di elementi di sezione ridotta per realizzare una struttura portante più leggera, da completare con sistemi di chiusura. Le tecniche costruttive massicce si sviluppano per soddisfare contestualmente, grazie alle proprietà intrinseche del materiale, i requisiti di resistenza meccanica, isolamento termico e acustico e resistenza al fuoco, attraverso la realizzazione di pareti portanti. A partire dal legno ricavato dal tronco, si sviluppano inizialmente sistemi che prevedono l’impiego di pali (o assi verticali) infissi nel terreno e affiancati per costruire una parete, dando luogo a costruzioni in legno “a palizzate” adottati nelle architetture delle Stav-Kirke. Parallelamente, altre tecniche costruttive massicce si sviluppano a partire dall’uso di tronchi orizzontali sovrapposti, incastrati negli angoli per realizzare pareti portanti continue (Blockbau), sino ad arrivare ad impiegare elementi squadrati e sagomati lungo la superficie che migliorano la stabilità degli elementi sovrapposti.

Le attuali tecniche costruttive in legno massiccio prevedono, nell’ambito del sistema edilizio, l’uso di pacchetti di tavole parallele, pannelli di tavole incrociate sovrapposte (X-lam) o l’impiego di tavole di compensato strutturale in grado di garantire migliori prestazioni strutturali e termo-acustiche. Nelle tecniche costruttive leggere la linea evolutiva parte invece dagli edifici ad ossatura portante semplice, tipica delle abitazioni preistoriche che, nel corso del tempo, si trasforma in una struttura portante “a telaio” composta di elementi lineari incastrati a sezione quadrata, con controventamenti diagonali e pareti che svolgono solo funzione di chiusura (Fachwerkbau).

Con la rivoluzione industriale e la nascita di sistemi industrializzati di prefabbricazione, si sviluppano negli Stati Uniti i sistemi “a telaio” (o gabbia) portante (Balloon frame, Platform frame). Da questi sistemi prendono origine le tecniche costruttive più recenti a pannelli portanti intelaiati e a cellule tridimensionali, basate su un’ossatura portante preassemblata in fabbrica. Tra i principali vantaggi offerti da queste tecniche costruttive sono da rilevare: la possibilità di avere dimensioni maggiori per montanti e traversi del telaio interno dei pannelli; la possibilità di utilizzare pannelli multistrato o in legno ricomposto per elementi di controventamento; la possibilità di migliorare l’interazione tra elementi (pareti esterne, solai e partizioni interne) e quindi le prestazioni strutturali, grazie all’uso di connessioni semplificate in legno o metalliche che determinano inoltre una notevole facilità esecutiva.

Ulteriore innovazione nell’ambito di queste tecniche è rappresentata, in epoca più recente, dalla diffusione dell’uso di elementi in legno lamellare e dei microlamellari (Kerto, LVL) che ha reso possibile la realizzazione di edifici caratterizzati da passi strutturali di notevole dimensione secondo principi costruttivi assimilabili a quelli degli edifici in c.a. ed acciaio.

Bibliografia

Benedetti C., Bacigalupi V., Legno architettura, Roma, 1991; Ferrante T. (a cura), Legno e innovazione, Firenze, 2008; Giachino D., Legno. Manuale per progettare in Italia, Torino, 2013; Natterer J., Herzog T., Volz M., Atlante del legno, Torino, 1999.

Copyright © - Riproduzione riservata
Legno (tecniche costruttive)

Wikitecnica.com