Lineare Sviluppo | Wikitecnica.com

Lineare Sviluppo

Definizione

Il termine sviluppo lineare, nella sua accezione più generale definisce una tipologia di sviluppo che avviene lungo una linea.

Generalità

In urbanistica il termine sviluppo lineare indica una specifica tipologia di espansione urbana lungo una direttrice lineare e che privilegia la longitudinalità. L’agglomerato urbano assume una forma lunga e stretta, prevalentemente o esclusivamente lungo una determinata direzione, spesso parallela a un elemento lineare naturale (fiume, costa) o artificiale (strada), che ne determina l’andamento. Può trattarsi di uno sviluppo naturale, frutto di un evolversi spontaneo della città lungo una linea preferenziale o di una precisa scelta urbanistica di pianificazione della città, per creare un assetto più razionale, in alternativa ai modelli di sviluppo radiale e a griglia o per evitare gli inconvenienti dello sviluppo a macchia d’olio.
Il concetto di città lineare fu sviluppato per la prima volta da Soria y Mata nel 1882 mentre negli anni ’30 del Novecento alcuni autori hanno estremizzato questo concetto proponendo un modello di città lineare in cui il tessuto urbano si sviluppa indefinitamente appoggiandosi a una fascia di infrastruttura (autostrada, strada, ferrovia), mentre i collegamenti trasversali rendono possibile il trasferimento ai luoghi di lavoro.
A scala territoriale, in tempi recenti, l’idea di sviluppo lineare è stata riproposta in Italia attraverso il modello delle “direttrici di sviluppo”, che si sta affermando in contrapposizione alla più nota teoria dei “poli di sviluppo” .
Nel linguaggio comune, il termine sviluppo lineare è utilizzato anche per definire la lunghezza di un oggetto (ad esempio un edificio) misurata lungo il suo sviluppo, in contrapposizione alla lunghezza misurata in proiezione su un piano.

Copyright © - Riproduzione riservata
Lineare Sviluppo

Wikitecnica.com