Materiali ecocompatibili | Wikitecnica.com

Materiali ecocompatibili

Definizione e prestazioni

Garantiscono le prestazioni richieste minimizzando gli impatti sulla salute dell’uomo e sull’ambiente durante l’intero ciclo di vita (LCA).
Il mantenere nel tempo i livelli prestazionali è funzione della loro durabilità certificata dai produttori, delle scelte progettuali, delle modalità di posa in opera e degli interventi di manutenzione programmata. Le prestazioni debbono soddisfare i requisiti di sicurezza, igiene, comfort, aspetto, salute e ambiente indicate nel Regolamento per i Prodotti da Costruzione approvato nel 2011 che fissa norme molte delle quali saranno valide da luglio 2013.
Le prestazioni relative ai requisiti di sicurezza, comfort e aspetto vanno garantite per un tempo predefinito e durante la fase d’uso (prestazioni in uso) dalla posa in opera fino alla rimozione e/o sostituzione; invece quelle relative ai requisiti salute e ambiente vanno garantite per tutto il ciclo di vita (prestazioni di ciclo di vita) poiché si riflettono sulla salute dei lavoratori (in fabbrica e in cantiere) e su quella degli utenti; il requisito ambiente, riflettendosi sul consumo di energia e di materie prime (rinnovabili e non), sia a scala locale che globale, va garantito sin dalle fasi di estrazione della materia prima fino alla dismissione, includendo lavorazioni in fabbrica, tutti i trasporti, posa in opera, manutenzione, smontaggio, demolizione, riuso, riciclo, recupero o conferimento in discarica.
Sia le prestazioni in uso sia quelle di ciclo di vita concorrono alla riduzione degli impatti su salute e ambiente determinando quindi il livello di eco-compatibilità.
In particolare va considerato che la progettazione e controllo delle prestazioni in uso sono codificate da norme e da sistemi di valutazione e verifica della costanza delle prestazioni nel tempo alla fine delle quali si ottiene una quantità espressa in opportune unità di misura: resistenza al fuoco, meccanica ecc.
Per la progettazione e controllo invece di alcune delle prestazioni relative ai requisiti salute e ambiente la standardizzazione della procedura non sempre è possibile oppure è molto complessa e, in genere, si perviene a dati qualitativi o a grandezze espresse in unità di misura non ricomprese nel sistema SI ma elaborate ad hoc.

Valutazione e certificazioni

Pertanto, anche per la specificità dei prodotti da costruzione, la valutazione della ecocompatibilità va eseguita di volta in volta utilizzando, quando esistano, strumenti e informazioni riportate nelle certificazioni ambientali.
La misura del livello di ecocompatibilità richiede la contestuale valutazione di:

  1. gli impatti ambientali nelle fasi di estrazione e produzione (DAP Dichiarazioni Ambientali di Prodotto);
  2. gli impatti ambientali dei siti produttivi (EMAS);
  3. gli impatti ambientali causati dal trasporto in funzione del peso, del mezzo utilizzato e della distanza tra luogo di produzione e cantiere; non esistendo certificazioni va elaborata una specifica LCA per quantificare gli impatti espressi in tonnellate/km;
  4. le prestazioni in uso di almeno una delle caratteristiche essenziali del prodotto pertinenti agli usi dichiarati (cfr. certificati di durabilità forniti dal produttore, Ecolabel);
  5. gli interventi di manutenzione programmata (programma di manutenzione);
  6. la facilità di smontaggio e sostituzione e la possibilità di demolire selettivamente (specifiche e certificazioni fornite dai produttori);
  7. la possibilità di riuso, riciclo e recupero dei rifiuti e classificazione per tipologie nei casi di conferimento in discarica; non esistendo certificazioni specifiche occorre elaborare una LCA della gestione dei rifiuti.

Il livello di ecocompatibilità, quindi, deve essere programmato e progettato; le valutazioni “a priori” basate solo su informazioni quali naturalità, rinnovabilità o tossicità possono risultare parziali o fuorvianti: nell’ottica di ciclo di vita alcune peculiarità da sole non sono garanzia di ecocompatibilità.

Copyright © - Riproduzione riservata
Materiali ecocompatibili

Wikitecnica.com