Naiskos | Wikitecnica.com

Naiskos

Definizione – Etimologia

Gr. ναἶσχος, diminutivo di ναός, piccolo tempio. Sacello a edicola, in antis o prostilo, talvolta corredato di battenti o cancelli di chiusura, ospitante la statua di culto (naiskos dell’Atena Nike, Atene), ma anche un monumento funerario. In questo caso, si tratta di un piccolo edificio collocato su podio al di sopra della camera funeraria (necropoli di Taranto).

Generalità

Il naiskos può essere caratterizzato da un tetto a falde, con frontone ornato da palmette e acroteri e da un fregio dorico (canonico dalla fine del IV sec. a.C.).
Dalle immagini raffigurate sulla ceramica italiota di età classica con scene funerarie, svolte nello spazio rituale intorno a naiskos corredati da un louterion, è emerso che questi potevano assolvere anche alla funzione di heroon.

Bibliografia

Masturzo N., Naiskos a edicola nell’agorà di Iasos. Elementi per la definizione del tipo, in «Palladio», 15, Roma, 1995, pp. 5-14; Pontrandolfo A. et al., Semata e naiskoi nella ceramica italiota, in «Annali di Storia Antica», 10, 1988, pp. 181-202.

Copyright © - Riproduzione riservata
Naiskos

Wikitecnica.com