Oro | Wikitecnica.com

Oro

Definizione

Metallo pesante (densità 19,3 g/m3) di colore giallo brillante, ottimo conduttore termico ed elettrico, molto resistente alla corrosione. Fonde ad alte temperature, duttile, tenero e malleabile lavorabile a caldo e per lavorazioni plastiche. Refrattario all’attacco composti chimici, sensibile al mercurio e agli ioni di cianuro. È combinabile con molti metalli, viene lavorato in lega con rame e argento per migliorane la resistenza meccanica.

Generalità

Come conduttore è in uso per la produzione di apparecchiature elettriche ed elettroniche; per l’elevata capacità di riflettere la luce nella componente visibile e infrarossa è utilizzato per realizzare pellicole e schermature riflettenti ad alta efficienza. In architettura ha trovato storicamente largo uso come materiale per decorazioni di particolare pregio attraverso applicazioni di rivestimenti in foglia d’oro o per placcatura. L’oro viene utilizzato nella produzione del vetro per ottenere vetrazioni colorate dal rosso rubino al rosa antico.

Copyright © - Riproduzione riservata
Oro

Wikitecnica.com