Paranco | Wikitecnica.com

Paranco

Definizione

Termine utilizzato genericamente per definire un’apparecchiatura utilizzata per il sollevamento di carichi, applicando una forza inferiore al peso del carico stesso; il paranco si classifica tra le attrezzature di sollevamento a trazione (verricello).

Generalità

Il paranco è costituito da un sistema di carrucole collegate da funi e catene mediante il quale si riduce la forza necessaria per il sollevamento del peso; il fattore di riduzione dello sforzo dipende dal numero delle carrucole utilizzate. A seconda dell’energia usata per l’azionamento si distingue il paranco a mano, elettrico e pneumatico.
Il meccanismo di funzionamento varia per complessità e si distinguono principalmente:

  • paranco manuale semplice;
  • paranco differenziale;
  • paranco a vite.

Il paranco manuale semplice, detto anche taglia, è costituito da due carrucole, una fissa e una mobile, nelle cui pulegge scorre il cavo.
Il paranco differenziale è ad arresto spontaneo, formato da puleggia mobile, in genere a gola liscia, e da puleggia fissa a doppia gola.
Il paranco a vite perpetua ha la catena di manovra che fa girare la carrucola e con essa una vite senza fine che aziona la ruota compagna cui è solidale una carrucola a impronte, sulla quale si avvolge la catena di sollevamento.
Il paranco può essere di tipo fisso, agganciato su un’apposita sospensione e di tipo a scorrimento orizzontale su rotaie; la sua capacità di sollevamento è molto variabile. Per alcune tipologie di paranco così come per gli altri mezzi di sollevamento non manuali di portata superiore ai 200 kg, è prevista la verifica annuale di funzionamento a carico degli organi di vigilanza.
Il paranco deve soddisfare tutti i requisiti indicati nell’allegato n. 1 del d.p.r. 459/96 e succ. mod. e integrazioni.

Copyright © - Riproduzione riservata
Paranco

Wikitecnica.com