Partenone | Wikitecnica.com

Partenone

Definizione

Il Partenone è il tempio dorico dedicato ad Athena Parthenos che si colloca sull’Acropoli di Atene, sul sito di un tempio precedente dorico esastilo detto pre-Partenone (490-480 a.C.).

Generalità

Il Partenone fu realizzato interamente in marmo pentelico dal 447 al 432 a.C. dagli architetti Callicrate e Ictino, sotto la direzione di Fidia, che peraltro realizzò nella cella la colossale statua crisoelefantina della dea, nonché un fregio figurato continuo lungo le pareti esterne di questa. Il programma iconografico si impostava sull’idea di dimostrare, a seguito della vittoria sui Persiani, la preminenza ateniese nella lotta contro i barbari.
Il tempio, un periptero ottastilo (8×17 colonne doriche), presenta due ampie celle contrapposte, introdotte da pronai prostili esastili chiusi da cancellate metalliche. La cella orientale, detta anche hekatompedos neos per la sua lunghezza di 100 piedi, era scandita da un colonnato dorico a Π (10×5 colonne), su due livelli, che contribuiva a sorreggere la copertura e fungeva da quinta scenica alla grande statua della dea. Lo spazio interno della cella occidentale, invece, era articolato con quattro colonne, probabilmente ioniche. Si tratta di un thesauros noto col nome di Parthenon, che ha conferito la denominazione all’intero edificio, la cui funzione probabilmente è quella di un tempio-tesoro piuttosto che di un tempio per i riti di Athena Parthenos, anche alla luce dell’assenza di un altare e della singolarità delle dimensioni e dell’impianto.
L’alzato del tempio è caratterizzato dall’adozione di correzioni ottiche come l’entasis, l’inclinazione delle colonne della peristasi, della fronte del pronao e dell’opistodomo, la curvatura dello stilobate e della trabeazione, la rastremazione di tutti gli elementi verticali.

Bibliografia

Huwitt J. M., The Acropolis in the age of Pericles, Cambridge, 2004, pp. 106-154; Korres M., The architecture of the Parthenon, in Tournikiotis P. (a cura), The Parthenon and its impact in modern times, Athens, 1994, pp. 54-97.

Copyright © - Riproduzione riservata
Partenone

Wikitecnica.com